Software per la crittografia a confronto

Con i software per la crittografia adatti si proteggono facilmente dati singoli, cartelle, unità o partizioni da tentativi di accesso da parte di estranei. Gli strumenti per la crittografia sono disponibili sia in versioni gratuite sia a pagamento e si differenziano soprattutto nel modo d’uso, nelle impostazioni, nella selezione dei dati da crittografare e in altre funzioni.

Registrazione dominio

Più di un semplice nome.

Registra il tuo dominio con IONOS e approfitta di tutte le nostre funzionalità.

E-Mail
SSL Wildcard
Supporto 24/7

Qual è la funzione di un software per la crittografia?

I programmi per la crittografia cifrano i dati sul vostro computer assegnando loro una chiave. Solo chi conosce la chiave ha accesso ai dati. È anche possibile crittografare un documento Word, cioè documenti singoli e specifici, così come crittografare un file PDF, ma anche cartelle, unità e partizioni. A seconda del software di crittografia e dei requisiti di sicurezza, vengono utilizzati diversi processi crittografici e chiavi. La chiave più frequente è una password. È comune però anche l’uso di un file o di un dispositivo, in cui è salvata la password o persino un’immagine da elaborare correttamente.

Consiglio

Volete approfondire le vostre conoscenze sui processi crittografici? Può esservi utile in questo caso la nostra guida sulla crittografia asimmetrica e sulla crittografia RSA.

Una panoramica sui software per la crittografia

 

Vantaggi

Svantaggi

VeraCrypt

 

- Completamente gratuito

- Compatibile con Windows, Linux e Mac

- Vari processi crittografici

- Crittografia di partizioni del sistema

- Nasconde i sistemi operativi

- Uso poco agevole

Rohos Mini Drive

- Completamente gratuito

- Facile configurazione

- Disponibile solo per Windows

- Cifra solo chiavette USB

ProxyCrypt

- Completamente gratuito

- Molto versatile nella configurazione del processo crittografico

- Protegge dai keylogger

- Disponibile solo per Windows

- Richiede conoscenze di amministrazione

Boxcryptor

- Crittografia per 30 diversi servizi cloud

- Disponibile per Windows, Mac, Android e iOS

- Ideale per imprese o gruppi di lavoro

- Semplice da usare

- La versione gratuita è utilizzabile solo per uso privato e la funzionalità è molto limitata

- La funzionalità è sovradimensionata se il cloud non è usato

Folder Lock

- Uso semplificato

- È possibile crittografare le partizioni

- Disponibile solo per Windows

- L’integrazione di cloud esterni non è possibile

- I file non possono essere nascosti

- Le partizioni di sistema non sono cifrate

CryptBox

- Uso semplificato

- Cifra anche le partizioni del sistema

- Collegamento diretto al cloud

- Diversi metodi di accesso

- Disponibile solo per Windows

- Le unità non possono essere nascoste

Freeware: i migliori software per la crittografia gratuiti

Per crittografare dei file ZIP o codificare le cartelle sul Mac, ad esempio, i sistemi operativi sono spesso già dotati di vari strumenti integrati, perciò non è impellente cercarne altri. Esistono però programmi che completano questi strumenti e possono essere scaricati gratuitamente.

VeraCrypt

VeraCrypt, il successore del software open source TrueCrypt, funziona su Windows, Mac e Linux ed è utilizzabile gratuitamente. Gli utenti hanno varie opzioni di scelta tra i diversi metodi di crittografia e, oltre alle funzioni di base come la crittografia di singoli file e cartelle, è possibile crittografare anche intere partizioni del sistema così come nascondere i sistemi operativi. Ciò dimostra quanto il freeware VeraCrypt offra una funzionalità maggiore di alcuni servizi a pagamento. La configurazione e l’uso, tuttavia, non sono molto intuitivi e pertanto questo strumento risulta più adatto a utenti avanzati.

Rohos Mini Drive

Rohos Mini Drive è stato sviluppato specificamente per crittografare le chiavette USB. L’uso è semplice e si rivela molto adatto soprattutto per trasferire dei dati in modo sicuro da un computer a un altro. Dopo l’installazione del programma, potete creare un container per la crittografia su una chiavetta USB che proteggerete con una password. Tramite la funzione di configurazione potete variare diversi parametri, come la dimensione. Gli svantaggi del freeware: la funzionalità è nel suo complesso molto limitata ed è disponibile solo per Windows.

ProxyCrypt

Con ProxyCrypt, gli utenti con conoscenze di amministrazione possono crittografare file, cartelle e unità tramite la riga di comando di Windows. A questo scopo è necessaria un’unità virtuale, ma in base alle specifiche del produttore, potete crearla facilmente tramite lo strumento “ImDisk Virtual Disk Driver”. Entrambi i programmi sono disponibili come soluzione open source. Al termine della configurazione, avete molta libertà per quanto concerne il tipo di crittografia e la scelta del processo crittografico. Il software offre persino protezione contro i keylogger.

Consiglio

Se volete una maggiore sicurezza nell’uso della posta elettronica, potete approfondire le vostre conoscenze su S/MIME, il procedimento standard per la crittografia delle e-mail, e su come crittografare le e-mail con PGP.

Software per la crittografia a pagamento

Se le vostre esigenze di crittografia sono maggiori e/o l’uso di VeraCrypt vi sembra complicato, esistono anche degli strumenti a pagamento adatti anche alle imprese. Una particolare caratteristica di molte di queste soluzioni è che di solito sono collegate a un cloud e i dati devono essere crittografati e salvati in esso.

Boxcryptor

Il software Boxcryptor è tedesco ed è specializzato nella crittografia di dati direttamente nel cloud. Possono essere collegati senza difficoltà fino a 30 servizi cloud e ciò rende la soluzione interessante, in particolare per scopi aziendali, poiché molti dati possono essere trasferiti in modo protetto tra gruppi di lavoro distanti. Sono presenti funzioni di base importanti e diversi metodi di crittografia. L’uso è semplificato e sono gli utenti di Windows a trarne particolarmente vantaggio grazie a una perfetta integrazione nell’Esplora File.

Folder Lock

Folder Lock è uno degli strumenti per la crittografia più scaricato al mondo, che funziona su Windows, ma non è disponibile su Mac. L’uso e la configurazione sono semplici: oltre alla memorizzazione di dati in un’unità virtuale crittografata, anche le singole cartelle e file possono essere protetti con un solo clic del pulsante destro del mouse. Non è possibile però nascondere dati né crittografare una partizione completa del sistema. Il metodo usato è esclusivamente l’Advanced Encryption Standard (AES). Il collegamento con noti servizi cloud non è previsto; nella versione completa a pagamento (39,95 dollari), tuttavia, il servizio offre il proprio cloud.

CryptBox

CryptBox è un software facile da usare e permette una crittografia efficace e completa: dati singoli, cartelle, partizioni e persino partizioni del sistema sono crittografati con AES, anche se non sono disponibili altri metodi. I punti di forza sono i collegamenti diretti con servizi cloud e la protezione di dati con una password, una password grafica o un dispositivo di cifratura. Non è possibile, tuttavia, nascondere i dati e lo strumento è disponibile solo per Windows. La versione completa di CryptBox è acquistabile a un prezzo contenuto di 29,90 euro.

Conclusione: quali sono le prestazioni ideali di un ottimo software per la crittografia?

Il miglior software è naturalmente quello che soddisfa al meglio le vostre esigenze. Per proteggere dati singoli o cartelle da accessi non desiderati sono sufficienti degli strumenti per la crittografia gratuiti oppure persino quelli già integrati nei sistemi operativi.

Se intendete crittografare specifiche sezioni complete del vostro computer oppure attivare configurazioni personalizzate riguardo ai metodi di crittografia e di accesso, spesso conviene investire in una delle soluzioni a pagamento presentate. Rispetto al software gratuito VeraCrypt, comunque molto versatile e funzionale, le soluzioni a pagamento hanno il vantaggio di un uso più intuitivo o spiegato dettagliatamente. Per le imprese che lavorano con gruppi di lavoro in altre sedi e devono proteggere i loro dati, la soluzione ideale è un software che permetta un buon collegamento con un servizio cloud.