Strumenti per il blogging: i migliori strumenti per un blogger

Fare il blogger non è affatto facile, bisogna tenere simultaneamente tutti gli incarichi sott’occhio, il che la rende una professione in cui è necessaria grande versatilità. Nella pratica lo scrivere è solo una piccola parte del flusso di lavoro di un blogger. Un blog di successo ha molto in comune con la gestione di una piccola impresa.

A partire dalla ricerca delle idee fino alla realizzazione di un testo la strada è lunga, e non priva di ostacoli tecnici. Poiché solitamente in quanto blogger non si hanno dipendenti, vi sono alcuni pratici strumenti che vengono in vostro soccorso. In questo articolo vi presentiamo alcuni utili programmi, che rendono la vita di un blogger più facile e che per molti sono già irrinunciabili.

Strumenti per blogger utili e gratuiti: una panoramica

Il gestore di un blog è spesso egli stesso autore, lettore, grafico, specialista SEO e programmatore. Prima di arrivare a pubblicare un testo c’è molto da fare per riuscire a generare il massimo raggio d’azione per un articolo. Inoltre vanno ricercati e collegati video e grafiche adeguate. Anche le parole chiave e le analisi sono un prerequisito per il successo di un articolo di un blog. Infine, bisogna raggiungere il giusto gruppo di lettori e renderli entusiasti per il tema selezionato.

Trovare i giusti strumenti di blogging risulta un’impresa faticosa per molti gestori di blog. L’offerta è praticamente illimitata ed in continuo ampliamento. La cernita da noi effettuata dei migliori strumenti per blogger, che vi presentiamo qui a seguito, vi offre un aiuto ottimale nei compiti più importanti per la cura e la messa a punto del vostro blog.

WordPress: il CMS per eccellenza

Il primo passo di un blogger è quello di attrezzarsi di una base per il suo contenuto. WordPress è il Content Management System (CMS) più popolare sul mercato. Questo CMS conta oltre 74 milioni di siti web ed è amato da utenti privati come da aziende.

WordPress vi aiuta con un’immissione veloce nel mondo del blogging, anche senza disporre già di una conoscenza della programmazione e del web design. Grazie ai pratici template otterrete un look di primissimo livello per il vostro blog, a costo zero. I motivi per sceglierlo sono numerosi, perciò qui di seguito vi presentiamo i vantaggi più importanti che si hanno con WordPress:

  • Facilità d’uso per l’utente
  • Editor dei contenuti facile da utilizzare
  • Un’ampia scelta di temi e template per la realizzazione di un blog dal look professionale
  • Molteplici plug-in gratuiti e di qualità, con i quali potrete aggiungere utili funzioni al vostro blog, senza che sia necessario programmare
  • Intregrazione di altri tool senza problemi
  • Una grande ed attiva community con un forum pieno di consigli e guide utili
  • Possibilità di garantire l’accesso a diversi utenti con diversi gradi di autorizzazioni, così che più autori possono produrre articoli in contemporanea

Doveste già aver creato un sito web, questo può facilmente essere integrato in WordPress.

Per tutelare la vostra privacy il video si caricherà dopo aver cliccato.


1&1 MyWebsite: il blog hosting reso facile

Trovare il giusto provider per il proprio blog, rappresenta una vera e propria sfida per molti blogger. 1&1 IONOS sta investendo molto sul mercato italiano, con contenuti e servizi interamente in lingua italiana. 1&1 IONOS offre diverse opzioni sia per principianti che per utenti più esperti, per realizzare un blog in maniera facile e rapida. Che lo scopo del vostro blog sia l’utilizzo privato e un’immissione professionale su Internet della vostra azienda, 1&1 IONOS MyWebsite vi offre una soluzione facile ed affidabile.

Per i principianti 1&1 IONOS MyWebsite è particolarmente adatto. A vostra disposizione avrete numerosi, individuali modelli modificabili tra i quali scegliere il vostro design e con la web app “Blog” potrete mettere mano con facilità e velocità al vostro blog personale. Per gli utenti meno esperti è anche consigliata la variante del Managed Blog Hosting. 1&1 IONOS si prenderà cura di tutti gli aspetti tecnici e dell’amministrazione sul server, così che voi, in quanto blogger, possiate concentrarvi interamente sulla produzione dei contenuti.

Per tutelare la vostra privacy il video si caricherà dopo aver cliccato.


Google Keyword Planner: ottimizzare i propri testi

Non appena avete trovato il CMS e un giusto template che facciano al caso vostro, tutto ciò che desidererete sarà non dover avere più a che fare con gli strumenti per il blogging, bensì iniziare a preoccuparvi unicamente della produzione dei blogpost. Ma prima di poter iniziare a scrivere, dovrete condurre una ricerca delle parole chiavi. Questa vi aiuterà ad aumentare le possibilità di successo del vostro blog. È fondamentale che inseriate nella maniera adeguata i vari contenuti e frasi, cercati in relazione al vostro gruppo di riferimento, all’interno dei vostri testi.

Alcuni blogger contano di indovinare le parole chiave dei loro lettori. Ma tramite questo strumento potete dare un’occhiata accurata alle frasi realmente più cercate. Il Google Keyword Planner è un tool essenziale per chiunque voglia dedicarsi al blogging, poiché vi faciliterà enormemente nella ricerca dei termini di ricerca rilevanti. Il funzionamento è semplice: inserendo delle parole chiave otterrete una lista dei termini di ricerca consigliati, ordinati in base al volume di ricerca; ovvero la media delle persone che hanno cercato un termine specifico in quel mese su Google.

Per tutelare la vostra privacy il video si caricherà dopo aver cliccato.


Long Tail Pro: cosa c’è da sapere riguardo alle keyword?

Long Tail Pro è un ulteriore blogging tool pratico per la ricerca delle parole chiave. La differenza principale con Google Keyword Planner è che Long Tail Pro fornisce più informazioni e dispone di maggiori opzioni di filtraggio. Le parole individuate possono essere filtrate secondo il Costo per Click (CPC), il luogo da cui è stata effettuata la ricerca, il numero di parole e l’intensità della concorrenza.

Se desiderate fare una ricerca delle parole chiave ancora più approfondita, potete controllare le parole chiave ottenute tramite il Keyword Planner con Long Tail Pro. Questo si concentrerà sulle cosiddette Longtail Keyword; ovvero frasi che solitamente si compongono di più di tre parole e che dispongono di un minore volume di ricerca. Queste parole chiave hanno il vantaggio che sebbene siano meno impiegate, esse vengono utilizzate da un pubblico specifico. Tra l’altro, grazie alla ampia possibilità di combinazioni, vi è un grande numero di queste Longtail Keyword.

Per tutelare la vostra privacy il video si caricherà dopo aver cliccato.


BuzzSumo: individuate il vostro argomento

Ora che avete scelto le vostre parole chiavi, vi aspetta di concepire i relativi argomenti e titoli per il vostro blog. Le possibilità sono molte per individuare il tema che fa al caso vostro. Se vi sentite di volervi fare ispirare, allora ancora una volta dovrete fare affidamento alle parole chiave. Dal punto di vista SEO il modo migliore di procedere è quello di trovare dei blog post già pubblicati che contengono le vostre parole chiave. Idealmente dovreste trovare degli articoli di blog che hanno già avuto, da un punto di vista delle condivisioni, successo sui social media. Qui è dove entra in gioco BuzzSumo.

Con BuzzSumo potete trovare blog post che abbiano ricevuto grande apprezzamento su varie piattaforme social media in breve tempo. Cercate utilizzando semplicemente la vostra parola chiave principale, e il tool vi fornirà una lista degli articoli blog più recenti e maggiormente condivisi, i quali contengono la vostra parola chiave. Tramite BuzzSumo potete persino cercare contenuti, condivisi dai vostri concorrenti, per vedere cosa ha funzionato meglio. A seconda di ciò di cui venite a conoscenza potete ottimizzare i vostri contenuti, in modo da ottenere maggiore risonanza.

Non è certamente vietato farsi ispirare dai post di altri blogger, ma chiaramente non è possibile fare propri per filo e per segno i contenuti trovati. Vale la pena dare un’occhiata ai contenuti maggiormente condivisi per scoprire come potete migliorare i vostri.

Per tutelare la vostra privacy il video si caricherà dopo aver cliccato.


Evernote: dare ordine alla creatività

I blogger sono persone creative, e in quanto tali tendono verso una gestione caotica quando si tratta del raccogliere la proprie idee. Evernote è un blogging tool con il quale si riporta ordine tra i pensieri che sono stati agguantati e messi per iscritto. Il programma facilita la trasformazione delle vostre riflessioni in qualcosa di materiale. Evernote è utilizzabile sia su desktop, ovvero dal vostro computer, come su smartphone.

Evernote offre numerose possibilità per portare ordine nel lavoro di tutti i giorni di un blogger. Con esso potete scrivere e memorizzare annotazioni dell’ultimo minuto, riordinare liste e indirizzi e salvare delle grafiche. Il programma rende facile la sincronizzazione dei vostri file tra tutti i dispositivi che intendente utilizzare. In caso abbiate un’ispirazione spontanea, i file sono sempre a portata di mano.

Per tutelare la vostra privacy il video si caricherà dopo aver cliccato.


Coffitivity: un’atmosfera stimolante anche da casa

Avete riordinato i vostri pensieri, disposto gli appunti e avete chiaro in mente l’argomento del vostro articolo. Ciononostante può capitare di non riuscire a trovare la giusta ispirazione per scrivere. Per i processi creativi l’ambiente adatto può essere un fattore decisivo, perciò alcuni blogger riescono a dare il meglio negli spazi adatti. Per alcuni anche il sottofondo acustico adatto fa parte dell’ambiente.

Con l’aiuto di Coffitivity potete godervi l’atmosfera viva di un café di un campus universitario, senza dover lasciare la vostra scrivania. L’app offre alcuni sottofondi interessanti, dai quali ci si può lasciar trascinare in una piacevole atmosfera adatta alla scrittura. Chi trae ispirazione dal non troppo fastidioso mormorio in una biblioteca, ne rimarrà soddisfatto. Alcune registrazioni sono anche a pagamento, come ad esempio il vivace rumore ambiente di Parigi o il brusio rustico di una sala da tè in Texas. Tuttavia su Coffitivity si ottengono ispiranti rumori di sottofondo anche gratuitamente.

Per tutelare la vostra privacy il video si caricherà dopo aver cliccato.


Readability Test Tool: il testo è veramente comprensibile?

I testi redatti in maniera troppo complicata sono raramente seguiti da una grande massa di persone. Dunque, a meno che non scriviate di economia, dovreste esprimervi in maniera chiara e semplice, così da ottenere un maggior numeri di lettori. Se lo stile di scrittura da voi utilizzato rimane troppo tecnico, per molti potrebbe risultare complicato anche solo seguirvi. Se avete dunque un’ampia cerchia di lettori come gruppo di riferimento, dovreste mantenere la semplicità di espressione come uno dei principi cardine del vostro lavoro.

Readability vi aiuterà ad assicurarvi che il vostro blog post sia facile da leggere. Egli compara i vostri testi sulla base di speciali indicatori con il livello scolastico americano, per determinare su quale livello si trova grossomodo il vostro stile di scrittura. Risulta ottimale rendere i vostri contenuti ad un livello scolastico medio. Se una volta inserito il vostro testo il tool vi segnalerà la leggibilità con il colore verde, significa che il testo è facilmente leggibile. Se invece vi trovate tra il giallo e l’arancio, allora sarebbe meglio semplificare un po’ il testo, così che sia più comprensibile per il vostro pubblico.

Ecco alcuni consigli da seguire per migliorare la leggibilità dei vostri blog post:

  • Evitare l’utilizzo di parole eccessivamente tecniche o troppo complicate, ovvero quelle che sarebbe necessario cercare per poterle comprendere
  • Utilizzate frasi brevi
  • Redigete i vostri testi senza ghirigori ma in maniera che vadano diretti al punto

Per tutelare la vostra privacy il video si caricherà dopo aver cliccato.


Pixlr: modificare le immagini direttamente sul browser

Se avete finito di scrivere i vostri primi articoli, questi andrebbero ottimizzati da un punto di vista visivo. Per la lavorazione di immagini vi sono una marea di blogging tool gratuiti. Pixlr offre la pratica opzione di modificare le immagini direttamente nel browser. Questo programma si distingue in modo particolare per due caratteristiche: l’utilizzo intuitivo ricorda fortemente Photoshop; in questo modo anche un utente con esperienza, abituato a programmi con impostazioni simili, si troverà a proprio agio con Pixlr. Inoltre non è necessario perdere tempo con alcuna registrazione; vi basterà caricare la vostra immagine e adattarla alle vostre esigenze.

Se paragonato direttamente ad altri software a pagamento la gamma di funzioni risulta più limitata. Tuttavia per quanto riguarda la fascia dei programmi di lavorazione dell’immagine, Pixlr è certamente tra i migliori; offrendo più funzioni rispetto ai blogging tool dello stesso tipo. Chi desiderasse adattare velocemente le proprie immagini dirattamente da smartphone o tablet, può comodamente farlo attraverso l’app di Pixlr per Android e iOS.

Per tutelare la vostra privacy il video si caricherà dopo aver cliccato.


Canva: le infografiche rese facili

Un articolo composto unicamente da testo risulta meno convincente ai vostri visitatori. L’integrazione di materiale visivo come infografiche, diagrammi e altre immagini rendono il testo più scorrevole e aiutano significativamente il blog post.

Molti blogger hanno problemi con l’integrazione di immagini nel loro testo. Alcuni decidono di includere immagini prese da archivi vari. Ma se tuttavia preferite qualcosa fatto su misura, allora Canva è il programma che fa al caso vostro. Canva è uno strumento gratuito, con il quale realizzare le proprie grafiche per il proprio blog. Che vogliate realizzare delle infografiche o semplicemente un paio di immagini da aggiungere ai vostri articoli, queste operazioni possono essere svolte con Canva.

Un importante vantaggio di Canva sono i numerosi modelli integrati, con l’aiuto dei quali potete adattare la maggior parte delle grafiche necessarie, risultando quini perfetti per qualunque social media. Tramite questi potete ad esempio condividere un’immagine su Pinterest o incorporarla in un Tweet tramite l’apposito modulo.

Contenuti visivi originali sono essenziali per ogni blogger, poiché permettono ai vostri articoli di distinguersi dalla massa. Date un po’ più di sapore al vostro blog con grafiche che catturano l’attenzione invece di utilizzare foto di repertorio o articoli puramente testuali.

Per tutelare la vostra privacy il video si caricherà dopo aver cliccato.


Unsplash: foto originali, senza licenza

Per conferire il giusto carattere sono indispensabili delle foto espressive. Molti blogger non si possono permettere di pagare costose licenze per le foto e utilizzano per questo solo un assortimento limitato di immagini di Creative Commons, un’organizzazione che mette a disposizione un archivio da cui è possibile attingere gratuitamente. La risoluzione di queste immagini non è però delle migliori, e anche la scelta a disposizione su molte piattaforme lascia a desiderare.

Se volete dotare il vostro articolo di foto, allora dovete necessariamente offrire qualcosa di speciale ai vostri lettori. Se avete una determinata esigenza artistica per quanto riguarda le foto allora vale la pena dare un’occhiata a Unsplash. Unsplash è un provider di foto ad alta risoluzione, le quali possono essere scaricate ed utilizzate in maniera completamente gratuita. Le condizioni della licenza dei grandi archivi fotografici come Shutterstock o Fotolia sono in parte complicate. Inoltre la licenza acquistata è in molti casi limitata ad un determinato lasso di tempo. Questo non è il caso degli utenti di Unsplash: tutte le foto sono utilizzabile senza limitazione per qualsivoglia scopo.

Cosa fa Unsplash di tanto apprezzabile? Le immagini vengono suddivise da dei curatori in rubriche ordinate per argomento, il che rende più semplice la ricerca delle giuste foto. Sul sito troverete foto di fotografi professionisti originali e morderne, con una qualità elevata di risoluzione per i temi più disparati. Un’opzione è anche quella di cliccare semplicemente sulle varie cartelle e lasciarvi ispirare.

Per tutelare la vostra privacy il video si caricherà dopo aver cliccato.


Coverr: video gratuiti per il vostro blog

Ancora più apprezzati delle foto originali sono i video sui siti web. Se il visitatore troverà dei video congrui sulla vostra pagina, il tempo di permanenza sul vostro blog aumenterà enormemente. Inoltre, come dimostrato, i video sono convenienti per ottenere un buon ranking su Google e altri motori di ricerca. Allora perché non includere dei video adatti al vostro argomento?

Sfortunatamente i costi di licenza per buoni video sono ancora maggiori rispetto a quelli per le foto professionali. Per i privati questi canoni sono praticamente insostenibili. Per questo motivo i video di Coverr sono particolarmente adatti ai blogger. Similarmente a Unsplash, tutti i video caricati sono dichiarati come “Creative Commons Zero” (CC0), il che significa che non c’è alcuna limitazione d’utilizzo per tutti i video che trovate sul sito.

Coverr offre una grande quantità di video adatti a molte tematiche. Se scegliete uno dei numerosi video, potete scaricarlo e includerlo nel vostro blog. Coverr mette a disposizione anche il codice HTML per l’inclusione di video, il che rende l’utilizzo da parte di utenti principianti decisamente più agevole.

Per tutelare la vostra privacy il video si caricherà dopo aver cliccato.


Yoast SEO plug-in: migliorare il proprio piazzamento sui motori di ricerca

Generare il cosiddetto traffico per il vostro blog, ovvero aumentare il numero di visitatori, dipende soprattutto dai motori di ricerca Google e Bing, oltre ad altri. Se sui motori di ricerca vengono mostrati agli utenti dei contenuti rilevanti presenti sul vostro sito, sarete già in grado di evincerlo direttamente sul vostro sito web. Perciò è importante ottenere un buon posizionamento per le ricerche corrispondenti.

Ma come si fa ad essere sicuri di essere trovati tramite Google e compagnia bella? Sono molti i fattori SEO che hanno un’incidenza. Questi sono tuttavia suddivisibili in due categorie principali:

  • I fattori Onpage: metadati ottimizzati, sviluppo web (codici sorgenti “puri”), URL chiari, contenuti rilevanti e con valore aggiunto, una struttura delle pagine significativa, ed altri.
  • I fattori Offpage: backlink, menzioni visibili online della vostra impresa come ad esempio il sito web, anche nei social media.

Il blogging tool Yoast SEO è stato sviluppato come plug-in per WordPress, al fine di aiutarvi a migliorare alcuni dei più importanti fattori SEO Onpage, anche se non disponete di alcuna esperienza con la SEO e lo sviluppo web. Questo plug-in si occupa dell’impostazione dei vostri meta titoli e descrizioni fino alla realizzazione di una Sitemap. Yoast vi aiuta soprattutto in quei compiti complessi, come affrontare l’elaborazione del vostro robots.txt e .htaccess.

Se prima d’ora non avete mai avuto modo di confrontarvi con la SEO e WordPress, alcune delle impostazioni potrebbero sembrarvi un po’ complesse di primo acchito. Per questo motivo Yoast ha realizzato un pratico tutorial interno per principianti, per aiutarvi durante il processo di configurazione:

Per tutelare la vostra privacy il video si caricherà dopo aver cliccato.


Trello: un Project Management per blogger

Trello è uno strumento di grande rilevanza per aziende e marketer che producono una grande quantità di contenuti. Ma è di aiuto anche per qualunque tipo di team molto prolifico. Trello è essenzialmente uno strumento di Project Management, che si concentra sul miglioramento del vostro flusso di lavoro.

Con Trello potete fare una lista delle mansioni, segnare le prossima scadenze e aggiungere più membri del team. Praticamente il programma offre tutto ciò di cui avete bisogno per gestire i vostri processi di blogging nella loro interezza. Di strumenti per il Project Management ce ne sono tanti, ma Trello si rivolge specialmente a blogger. Il programma è particolarmente raccomandabile, poiché si limita alle funzioni più importanti, non avrete da preoccuparvi di altre faccende superflue.

Una funzione molto utile è il Calendario Editoriale, che attraverso un template risulta molto facile da allestire, individualmente e secondo le proprie esigenze. L’organizzazione è la chiave del successo per un blogger, e perciò Trello fa certamente parte degli strumenti più importanti per il blogging.

Per tutelare la vostra privacy il video si caricherà dopo aver cliccato.


Sprout Social: marketing con i social media

Avete prodotto dei contenuti visivi e testuali convincenti grazie agli strumenti per il blogging sopra indicati, e li avete ottimizzati al meglio per il lettore e per i motori di ricerca, ed ora che si fa? Ora è il momento che si parli dei vostri contenuti. La promozione sui Social Media è decisamente una delle migliori possibilità per generare rapidamente movimento attorno ai vostri blog post. Per ottenere questo risultato avete però bisogno di un buon strumento per il Social Media Management.

Sprout Social lo potete utilizzare per pianificare e automatizzare la pubblicazione dei vostri articoli. Con estrema facilità si può impostare quando si desidera che i propri articoli siano pubblicati sui vostri profili social media, come Twitter, Facebook, LinkedIn, etc. Questo tool risulta di grande praticità se desiderate pubblicare regolarmente i contenuti più volte durante la settimana o durante il mese. Sprout Social vi faciliterà il compito di postare gli articoli con diversi profili su diverse piattaforme in contemporanea.

Con Sprout Social potete testare diversi titoli per i vostri post sui profili social media. In questo modo vedrete quale di essi genera più click e attività. Potete seguire in totale comodità le performance dei vostri contenuti social media direttamente sul pannello di controllo.

Un ulteriore buon motivo per l’utilizzo di Sprout Social è la funzione per l’Outreach Marketing. Molti marketer pensano all’invio di e-mail quando si parla di Outreach, ma molti siti web come Twitter e LinkedIn, che funzionano sostanzialmente tramite la costruzione di nuovi collegamenti e interazioni, sono ideali per l’Outreach. Con Sprout Social potete trovare influencer nel vostro campo di competenza e salvare qualunque conversazione.

Grazie a Sprout Social riuscirete con facilità a raggiungere i vostri follower ad intervalli regolari, con una condivisione scorrevole dei vostri articoli. La condivisione manuale dei vostri articoli su ogni singolo social network non è particolarmente efficiente, e Sprout Social lo farà per voi.

Per tutelare la vostra privacy il video si caricherà dopo aver cliccato.


Autoresponder e strumenti per l’e-mail marketing

Oltre ai social media anche l’e-mail marketing è un’opzione interessante per aumentare la popolarità dei propri blog post. Le e-mail possono essere inviate al vostro gruppo di riferimento senza intermediari. In questa maniera potete essere sicuri che i vostri lettori ricevano, ad esempio, un importante aggiornamento. Uno strumento per l’e-mail marketing o un autoresponder vi permettono di mettere assieme gli indirizzi e-mail dei destinatari e inviare i contenuti desiderati in automatico.

Vi sono molti strumenti di e-mail marketing diversi, che valgono la pena di essere raccomandati. Tra i più amati dalle imprese e dai blogger vi sono:

Non appena avrete registrato il vostro account e impostato le vostre liste e-mail, dovrete prendere l’abitudine di inviare ai vostri lettori periodici aggiornamenti tramite mail. In questo modo otterrete i migliori risultati in forma di reazioni ai vostri post. Più frequenti saranno i contenuti di alta qualità da voi offerti, maggiore sarà l’aumento continuo dei follower. Se volete guadagnare dal vostro blog allora non potete rinunciare a questo strumento.

Per tutelare la vostra privacy il video si caricherà dopo aver cliccato.


Google AdSense: il vostro blog come fonte di guadagno

Il programma più famoso per le inserzioni pubblicitarie online è Google AdSense. Il sistema viene gestito con successo da Google dal 2003. AdSense vi permette di includere annunci testuali o banner pubblicitari all’interno del vostro sito web. A livello mondiale il corrispettivo per questo tipo di pubblicità è nella grandezza di miliardi; ottimo motivo per decidere di approfittare di questa allettante possibilità.

Secondo i dati forniti da Google, con AdSense sarebbe possibile raggiungere l’80 % degli utenti di Internet. La piattaforma è il più grande provider di pubblicità online a livello mondiale. Prima di poter utilizzare una pubblicità, vi dovete registrare su Google AdSense, così da poter poi integrare i blocchi pubblicitari sotto forma di banner o di link sul vostro blog. Ogni click su uno di questi mezzi pubblicitari, conformati al vostro sito attraverso un algoritmo, porterà all’inserzionista, anche chiamato “publisher”, un piccolo corrispettivo.

Se desiderate registrarvi su Google AdSense, dovete come prima cosa creare un account Google. Tra l’altro dovete essere maggiorenni per poter gestire un sito web o un blog. In modo da poter ricevere il corrispettivo che vi spetta, fornite i dati del vostro conto bancario al momento della registrazione. Non appena raggiungerete quota 70 euro con le inserzioni pubblicitarie, Google vi farà un bonifico con i soldi che vi spettano. Se inizierete a ricevere un bonifico di mese in mese, allora la vostra provvigione verrà poi tassata.

Per generare click potete scegliere tra i banner e i link pubblicitari. Potete adattare otticamente i blocchi pubblicitari così che sì sposino bene con il layout del vostro blog. Le grandezze dei banner vengono comunicate nell’interfaccia utente da Google. Ma il collocamento dei mezzi pubblicitari può essere fatto dal publisher stesso. Tra l’altro il calcolo della somme che vi spetta dipende anche dal posizionamento della pubblicità. Un banner sulla pagina iniziale porterà chiaramente un compenso maggiore rispetto ad uno nascosto in una sottopagina. Il numero massimo di blocchi pubblicitari per pagina è di tre banner e tre blocchi di link.

Quanto Google paghi per un click, dipende da diversi fattori. Decisivo è il numero delle impressioni, ovvero quanto spesso un annuncio viene mostrato, ma anche il comportamento degli utenti sul vostro blog influisce sulla grandezza del corrispettivo. Inoltre, incide anche se nel vostro settore di competenza ci sia maggiore o minore concorrenza. Se riuscirete a registrare molti visitatori per un unico argomento, il vostro compendio sarà ben maggiore.

Per tutelare la vostra privacy il video si caricherà dopo aver cliccato.


Google Analytics: valutare le performance del vostro blog

Avete prodotto con successo i vostri contenuti e iniziato la promozione su social media e tramite strumenti per l’e-mail marketing, dunque sarebbe naturalmente interessante seguire i risultati a cui portano i vostri sforzi. Google Analytics è lo strumento d’analisi più popolare, con il quale si possono tenere sotto controllo le performance dei vostri contenuti. Nell’utilizzare Google Analytics è possibile incappare in qualche difficoltà. Coloro che non hanno esperienza dovrebbero focalizzare la propria attenzione sui seguenti processi:

  • Acquisizione: come si trovano potenziali lettori per il vostro blog?
  • Gruppo di riferimento: chi visita il vostro blog?
  • Comportamento: che cosa fanno i visitatori sul vostro blog?

Più spesso fate il login e controllate le vostre analisi, maggiore dimestichezza prenderete con il pannello di controllo. Con Google Analytics potete misurare le vostre performance sul lungo periodo. Tra l’altro, dovreste inserire sul vostro blog l’informativa sulla tutela dei dati personali per informare i vostri lettori riguardo all’utilizzo di questo tool per analisi. Ci sono anche delle alternative a Google Analytics per quei blogger che diffidano dei dati salvati da parte di Google. Se invece avete minori ambizioni riguardo all’analisi delle prestazioni del vostro blog, potete anche semplicemente utilizzare le statistiche basilari riguardo ai visitatori che vengono offerte direttamente da alcuni servizi di blogging.

Per tutelare la vostra privacy il video si caricherà dopo aver cliccato.



Un momento! Prima di lasciarci scopri
la nostra offerta per il rientro dalle ferie:
dominio .it a 1 € per il primo anno!

Primo anno a 1 € IVA escl.,
poi 10 €/anno IVA escl.

Inserisci il dominio desiderato nella barra di ricerca per verificarne la disponibilità.