Creare un indice su WordPress: come funziona

Un indice su WordPress è consigliato per le pagine con contenuti più lunghi e sottocapitoli per creare una migliore struttura della pagina. In questo modo, non solo si migliora la facilità d’uso, ma anche la SEO, in quanto i motori di ricerca possono categorizzare e classificare meglio la pagina. Per la creazione di un indice sono disponibili sia pratici plugin di WordPress sia elenchi un po’ più elaborati con segnalibri inclusi.

Registrazione dominio

Più di un semplice nome.

Registra il tuo dominio con IONOS e approfitta di tutte le nostre funzionalità.

E-Mail
SSL Wildcard
Supporto 24/7

I vantaggi di un indice su WordPress

Ciò che vale per i libri di saggistica si riscontra anche quando si utilizza il software open source WordPress per creare un blog con WordPress o un sito con WordPress: su un sito WordPress con contenuti lunghi, un indice aiuta i visitatori e le visitatrici a orientarsi, a ottenere una rapida visione d’insieme degli argomenti e a comprendere velocemente la struttura del sito.

Lo stesso vale per i motori di ricerca, che utilizzano crawler e ricorrono al web scraping per trovare, raccogliere e classificare i contenuti web. Con un indice, i motori di ricerca sono in grado di leggere e classificare meglio le pagine. In questo modo si garantisce un’efficace ottimizzazione per i motori di ricerca e un migliore posizionamento nelle SERP (Search Engine Result Pages). Google può anche impostare dei link diretti ai vostri argomenti se utilizzate un indice e ciò aumenta ulteriormente la vostra visibilità.

Consiglio

Un sito WordPress accattivante non è fatto solo di temi per WordPress appropriati e di un indice. Anche un dominio adeguato è importante. IONOS vi permette di registrare un dominio che si adatta alle vostre esigenze e vi offre anche un certificato SSL Wildcard, il blocco del dominio e 2 GB per la casella di posta.

Plugin WordPress per un indice in sintesi

Ne esistono per quasi tutte le funzioni: i plugin per WordPress. Anche per la creazione di sommari su siti WordPress, potete affidarvi a numerosi plugin gratuiti che migliorano il design, la struttura e la SEO per siti WordPress.

Di seguito i migliori plugin per creare un indice su WordPress:

Plugin (gratuito) Proprietà
Easy Table of Contents Ampiamente utilizzato, diverse impostazioni (tipo di post, inserimento automatico, posizionamento), funzione di widget come barra laterale adesiva (Sticky Sidebar)
Table of Contents Plus Plugin molto popolare (grande community), basato su Wikipedia, con impostazioni per il design, il posizionamento, l’espansione, la minimizzazione e la sitemap per tutti gli articoli
LuckyWP Table of Contents Compatibile con l’editor Gutenberg, adatto per la SEO, inserimento automatico o manuale, widget per la barra laterale e funzione di scorrimento fluido
Heroic Table of Contents Impostazioni predefinite per i sommari e integrazione/modifica come blocco nell’editor Gutenberg (modifica diretta dei sottotitoli)
Consiglio

Ottenete il massimo da WordPress. I nostri articoli della Digital Guide forniscono informazioni importanti su tematiche di WordPress quali componenti e struttura dei temi WordPress, temi per blog di WordPress, ambiente di staging con WordPress, come rendere più veloce un sito WordPress e come effettuare un backup di WordPress.

Plugin per l’indice su WordPress spiegati in dettaglio

La funzione di base dei plugin per le tabelle dei contenuti è solitamente simile: i titoli e i sottotitoli esistenti dei contenuti della pagina vengono rilevati, dotati di segnalibri e collegati in un indice. A seconda del plugin, sono disponibili funzioni aggiuntive come la barra laterale adesiva (Sticky Sidebar), con la quale l’indice scorre lungo il bordo della pagina, una funzione di espansione e minimizzazione dell’indice, opzioni di modifica individuali e, in alcuni casi, il supporto per l’editor Gutenberg. Ricordatevi, tuttavia, che non è possibile installare plugin con il piano gratuito di WordPress.com.

Easy Table of Contents

Con pochi clic create un indice automatico a partire dai titoli con il plugin Easy Table of Contents, che viene in effetti considerato un ulteriore sviluppo del plugin “Table of Contents Plus”, presentato di seguito. In confronto, ETC è caratterizzato da una gestione piacevole e da una pratica funzione widget con cui è possibile integrare l’indice nella barra laterale, di modo che sia sempre visibile.

Altre funzioni: determinate quali tipi di post sono inclusi nell’indice, utilizzate il supporto dello strumento “Rank Math” per il posizionamento delle parole chiave, le analisi SEO e Google Trends. Inoltre, avete la possibilità di stabilire se le tabelle dei contenuti devono essere create per tutti gli articoli tramite “Inserimento automatico” o manualmente e come devono essere strutturati e progettati i sottotitoli (H1, H2 ecc.).

Vantaggi Svantaggi
Pratica funzione di “Inserimento automatico” Nessuna opzione per il numero di parole minime per la generazione dell’indice
Supporto di Rank Math (ottimizzazione SEO) Lo scorrimento lungo il bordo della pagina può a volte comportare dei problemi di visualizzazione
Utilizzo intuitivo e personalizzabile con possibilità di impostazioni e design versatili, ad esempio per tipi di post, struttura dei titoli e il formato Supporto per i problemi non ottimale

Table of Contents Plus

Table of Contents Plus è uno dei più noti plugin per la creazione di un indice su WordPress e costituisce anche la base del plugin “Easy Table of Contents”. Convince per la sua facilità d’uso e le impostazioni flessibili per il design, la struttura, il posizionamento e la composizione dell’indice. Anche in questo caso, il sommario può essere visibilmente integrato nella barra laterale e l’esperienza utente ottimizzata attraverso uno scorrimento fluido. Opzionalmente, si può impostare se l’indice è già visualizzato nella sua interezza o se deve essere espanso attivamente. Particolarmente chiaro: con TOC+ è possibile generare una sitemap aggiuntiva che mostra tutte le sottopagine e i post.

Vantaggi Svantaggi
Il plugin più noto con molte opzioni personalizzabili Sottotitoli lunghi non si possono accorciare nell’indice
Funzioni di espansione e minimizzazione per l’indice Con l’attivazione automatica, non è possibile nascondere autonomamente le voci selezionate
Gli shortcode di WordPress-Shortcodes possono essere utilizzati per impostazioni personalizzate Intervalli tra gli aggiornamenti relativamente lunghi
Managed WordPress Hosting con IONOS!

Lancia velocemente il tuo sito web e approfitta della versione di WordPress più sicura e aggiornata!

Dominio gratis
SSL
Supporto 24/7

LuckyWP Table of Contents

Il plugin LuckyWP Table of Contents è facile da usare e offre molte configurazioni individuali per visualizzare e strutturare i titoli dell’indice secondo le esigenze di dimensione e stile dei caratteri, colore e design. Include una funzione di inserimento automatico e l’ottimizzazione per i motori di ricerca anche per gli snippet di Google. I sommari possono essere visualizzati in modo gerarchico o lineare, possono essere espansi e chiusi a piacere, offrono uno scorrimento fluido e sono compatibili con molti temi, plugin e page builder di WordPress. Anche il supporto di Gutenberg è particolarmente pratico.

Vantaggi Svantaggi
Uso molto piacevole con molte configurazioni di facile utilizzo Nessuno svantaggio degno di nota da segnalare
Inserimento automatico o manuale  
Compatibilità anche con Elementor, Rank Math, WP Rocket, Beaver Builder e WPBakery  

Heroic Table of Contents

Anche Heroic Table of Contents offre le più importanti funzioni standard in termini di configurazione individuale, strutturazione, design e posizionamento. Queste includono quattro stili diversi per gli indici, la possibilità di nascondere i sottotitoli, l’espansione e la minimizzazione opzionali e il supporto per Gutenberg. Ad esempio, è possibile integrare il sommario come blocco direttamente nell’editor Gutenberg, in modo da vedere un’anteprima dei sottotitoli e poterli modificare o rinominare direttamente senza dover apportare modifiche al testo.

Vantaggi Svantaggi
Uso semplice con le funzioni standard più importanti Problemi con i segnalibri negli indici che devono essere suddivisi su più pagine
Supporto e compatibilità pratici per l’editor Gutenberg Nessuna opzione per la barra laterale adesiva per far scorrere anche l’indice
Si possono rinominare i titoli dell’indice senza modificare quello originale  
Consiglio

Desiderate un servizio sicuro e affidabile? Allora utilizzate il potente Hosting WordPress di IONOS, che vi offre un dominio in omaggio per un anno, certificati SSL, un’utile procedura guidata per il sito web o installazioni WP configurabili liberamente. È disponibile anche l’opzione Managed WordPress.

Creare un indice su WordPress: senza plugin

Se preferite non utilizzare plugin, è possibile creare un indice automatico manualmente nell’editor Gutenberg utilizzando un blocco elenco e segnalibri. Lo svantaggio di questa opzione è che dovrete rinunciare alla facilità di gestione e alle funzioni integrate dei plugin. Ci sono due modi per creare un indice in questo modo: tramite le impostazioni o apportando modifiche al codice sorgente con l’editor Gutenberg.

A tal fine, procedete come segue:

Dalle impostazioni

Primo passaggio: selezionate il titolo a cui desiderate assegnare un segnalibro. Andate su “Impostazioni” e selezionate “Blocco” > “Avanzate”. Qui inserite la parola corrispondente come segnalibro o ID dell’ancora nel campo “Ancora”. La parola diventa un link, cioè un segnalibro che rimanda a un paragrafo o a un post.

Secondo passaggio: contrassegnate la voce corrispondente nell’indice. A tal fine, inserite “#” nel campo di testo e poi l’ID dell’ancora corrispondente. Con questo metodo create facilmente un indice manuale per le pagine di WordPress.

Dall’editor Gutenberg

Primo passaggio: per impostare un’ancora HTML direttamente nel codice sorgente con l’editor Gutenberg, selezionate il rispettivo blocco del titolo su Gutenberg. Andate sul simbolo dei tre puntini nella barra degli strumenti e cliccate su “Modifica come HTML”.

Secondo passaggio: inserite l’ID dell’ancora prima del titolo selezionato utilizzando il codice seguente:

<h2 id="id-ancora">Il titolo da collegare</h2>

Conclusione: un indice valorizza il vostro sito WordPress

Se offrite contenuti più lunghi su un sito o un blog WordPress, dovreste assolutamente utilizzare un indice. In questo modo non solo migliorate il design, l’aspetto e la chiarezza della pagina, ma anche l’esperienza d’uso. I visitatori e le visitatrici della pagina possono avere una visione d’insieme più rapida e andare direttamente alle parti interessate senza dover leggere l’intero testo. Inoltre, agevolate l’algoritmo dei motori di ricerca, che legge e classifica le pagine. Infatti, con un indice i motori di ricerca sono in grado di classificare meglio la pagina e di posizionarla più in alto tra i risultati di ricerca. Inoltre, grazie a una migliore visibilità nella SERP, è possibile aumentare il tasso di clic.

Per offrirti una migliore esperienza di navigazione online questo sito web usa dei cookie, propri e di terze parti. Continuando a navigare sul sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Scopri di più sull’uso dei cookie e sulla possibilità di modificarne le impostazioni o negare il consenso.
Page top