Cos'è il monitoraggio della concorrenza e in che modo può aiutare le PMI con la SEO e la SEA?

Indipendentemente dal fatto che tu stia facendo  SEOSEA sui motori di ricerca come Google, il modo in cui risponderai alla concorrenza avrà un grande impatto sulle tue possibilità di successo online. Non pensare ai tuoi competitor come a degli avversari da superare, potrai imparare molto da loro - il monitoraggio della concorrenza è fondamentale per imparare cose nuove e ottenere un feedback per le tue attività di marketing digitale. Ti aiuterà a stare al passo con le ultime tendenze del settore e ti indicherà le migliori pratiche di marketing digitale per SEO e SEM.

Registrazione dominio

Più di un semplice nome!

Registra il tuo dominio con IONOS e approfitta di tutte le nostre funzionalità.

E-Mail
SSL Wildcard
Supporto 24/7

Come aumentare la presenza nelle SERP con il monitoraggio della concorrenza

L'ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) consiste nel posizionamento di una pagina sui motori di ricerca (specialmente su Google) sulla base delle migliori parole chiave. Fino al 92% del traffico viene intercettato dai risultati presenti sulla prima pagina. Riuscire ad entrare nella prima pagina dei risultati di Google è la sfida più grande nella gestione del SEO. Se non sei ancora riuscito a mostrare il tuo sito all’interno della prima pagina entro il termine che ti sei prefissato, o se hai appena iniziato, prenditi il tempo necessario per analizzare il modo in cui la tua concorrenza si presenta sulla prima pagina. Infatti la competizione per ottenere l’agognato primo posto avviene anche sulla pagina dei risultati.

Google prende nota delle pagine su cui cliccano i suoi utenti. Se il risultato viene cliccato spesso dagli utenti, esso tenderà a posizionarsi più in alto, mentre, se il risultato genera raramente dei clic, è probabile che esso venga rimosso molto rapidamente dai primi risultati delle ricerche. Questo significa che i primi risultati, specialmente per i termini con molta competizione, sono stati ottimizzati in modo da attrarre sia gli utenti che i motori di ricerca. Analizzando i risultati che trovi in cima alla classifica per i termini che ti interessano, spesso potrai trovare utili esempi di pratiche SEO che ti aiuteranno ad attirare più clic sul tuo sito.

I risultati in cima alle classifiche per la ricerca "Come avere successo online" offrono ottimi spunti e consigli per ottimizzare il meta titolo e le meta descrizioni delle pagine del tuo sito. Puoi osservare che le parole chiave "successo online" sono posizionate sia nel titolo che nella descrizione; anche l'uso di numeri dispari nei titoli, così come aggettivi coinvolgenti e CTA come "da leggere/must-read" o parole che suscitano curiosità come "secret facts", che permettono di presentare questi articoli in modo vivace e di invogliare gli utenti a cliccare su di essi.

Questo tipo di parole viene usato in tutti i tipi di contenuti relativi alle guide. L'uso dei numeri aiuta a far risaltare questi risultati sulla SERP e a guidare i clic. Queste tecniche persuasive potrebbero non essere la scelta migliore per le parole chiave su cui stai lavorando, quindi assicurati di fare una ricerca dei tuoi competitor sulla SERP per le parole chiave che stai cercando, in questo modo potrai trovare altri aggettivi attraenti e tecniche di formattazione efficaci.

Inoltre è possibile notare che la stragrande maggioranza dei titoli della prima pagina sono abbastanza corti da poter inserire l'intera frase nel titolo senza che venga tagliata, e che il taglio nella descrizione avviene solo in punti che lasciano al lettore una piena comprensione dello scopo della pagina e che trasmettono una sensazione di curiosità, stimolando così il suo interesse.  Per ricevere un ulteriore aiuto e ottenere questo risultato sul tuo sito, leggi questo articolo sui meta tag.

Consiglio

Per un aiuto nel monitoraggio della SERP per le tue parole chiave mirate, dai un’occhiata a rankingCoach di IONOS.

Le aziende che non hanno tempo sufficiente per risalire le classifiche con la SEO possono comunque utilizzare il monitoraggio della concorrenza sulla SERP, in modo da migliorare la loro pubblicità su Google. Le pubblicità SEM, come Google Ads, non usano le parole chiave nello stesso modo della SEO quando stabiliscono le prime posizioni. Il posizionamento di Google Ads è determinato dal targeting, dal prezzo dell'offerta e dal clickthrough rate, non dall'algoritmo di Google. Questo significa che chiunque utilizza Google Ads può concentrarsi solo sul far cliccare l’annuncio all'utente giusto. Questa differenza fa sì che le pubblicità di Google siano spesso più persuasive e facciano affidamento su molte delle tecniche classiche utilizzate nel marketing CTA.

Come possiamo vedere in questa immagine, la pubblicità per “google ads” su Google Ads non presenta parole chiave nella descrizione. Questo spazio è occupato invece da punti forti relativi a Google Ads, come ad esempio "usato da più di 1 milione di imprese" e "Aiuto gratuito per iniziare". Inoltre, si noti l'uso delle maiuscole su tutte le parole, tranne le preposizioni, in modo da attirare lo sguardo di chi effettua la ricerca.

Scegliere obiettivi realistici per la SEO e la SEM

Per assicurarti il miglior posizionamento SEO possibile, avrai bisogno di contenuti che contengano le giuste parole chiave e che risultino essere utili per l'utente almeno quanto gli altri risultati presenti in cima alla classifica. Per avere una buona idea della qualità e della lunghezza del contenuto con cui ti dovrai confrontare, dovresti analizzare il contenuto del maggior numero possibile di pagine presenti nelle prime posizioni di ricerca per i termini che più ti interessano. Ogni parola chiave è diversa, e la lunghezza del contenuto non determina sempre la posizione nella pagina di ricerca. Tuttavia se tutti i risultati in cima alla classifica hanno più di 2000 parole, allora un paio di centinaia di parole potrebbero non basterare.

Consiglio

Se hai bisogno di aiuto per trovare le migliori parole chiave per il tuo contenuto SEO, controlla rankingCoach di IONOS.

D'altra parte con Google Ads ottenere le prime posizioni non sarà un problema (a condizione che tu sia disposto a pagare), ma informarsi sui competitor che puntano alle tue parole chiave ti aiuterà a capire se stai puntando al giusto pubblico. Per esempio, i negozi locali con una o poche sedi potrebbero voler concentrare le loro pubblicità su regioni più specifiche rispetto alle pubblicità nazionali utilizzate dalle aziende più grandi.

Questa focalizzazione locale può essere riflessa nelle parole chiave mirate che si utilizzano. Per esempio, un burger bar a Milano dovrà pagare molto per il termine di ricerca generale "Ristorante di hamburger a Milano", questo a causa della concorrenza delle grandi catene, ma potrebbe ottenere più valore utilizzando termini più specifici come "Ristorante di hamburger vicino al Duomo di Milano".

Gli imprenditori locali che investono il tempo necessario a valutare il comportamento della concorrenza e che si concentrano sulla propria pubblicità avranno una possibilità molto più alta di trovare la giusta nicchia di parole chiave per la loro attività e di attirare un numero superiore di clienti per le loro attività. 

Google Maps mostra anche i risultati di Google Ads. Nota le pubblicità per Ristorante di hamburger vicino al Duomo di Milano.

Monitoraggio dei competitor e ricerca delle parole chiave

Le parole chiave giocano un ruolo importante nella SEO, e il monitoraggio della concorrenza SEM può avere un grande impatto quando si cerca di rendere la ricerca delle parole chiave ancora più efficace. Il monitoraggio della concorrenza SEO può essere usato per trovare le parole chiave che i tuoi rivali stanno usando e che anche tu dovresti prendere di mira. La profondità e complessità dell'analisi dipenderà dal tuo budget.

Alcuni strumenti per le parole chiave (o keyword tools) ti permettono di vedere le parole chiave che permettono ai tuoi concorrenti di classificarsi, ma potrai farti una buona idea di quali siano le parole chiave sulle quali i competitor si stanno focalizzando, anche visitando il loro sito web e prestando molta attenzione alle parole chiave usate nei titoli e nei sottotitoli, specialmente nelle landing pages.

Consiglio

Scopri di più su come promuovere il tuo sito web nel nosro articolo dedicato.

Dovresti anche assicurarti di prendere di mira tutte le parole chiave di Google Ads dalle quali i tuoi concorrenti stanno ottenendo un buon valore. Ci sono vari strumenti là fuori che ti aiuteranno a monitorare quali pubblicità vengono pubblicate dai tuoi concorrenti. Puoi sempre digitare le parole chiave che intendi utilizzare nei motori di ricerca e vedere quali pubblicità verranno mostrate.

Per esempio, quando si parla di SEO, molte persone potrebbero utilizzare delle parole chiave che tu ritieni essere collegate ai tuoi prodotti, ma dopo aver controllato la concorrenza nei risultati, potresti scoprire che stanno usando queste parole chiave per trovare qualcosa di completamente estraneo ai tuoi prodotti.

Una società di marketing digitale potrebbe investire un sacco di soldi su Google Ads per il singolo termine di ricerca SEA (acronimo di search engine advertising), ma scoprire poi che la maggior parte delle persone che vedranno queste pubblicità non creeranno conversioni perché in realtà stanno cercando contenuti relativi alle vacanze al mare (sea in inglese), vedi l'esempio qui sotto per capire meglio.

I motori di ricerca aprono il tuo business a un mondo di clienti completamente nuovo. Quando si selezionano le parole chiave, è molto importante mettersi nei panni dell'utente e pensare alla sua intenzione e a quello che si aspetta di trovare quando utilizza la barra di ricerca di Google digitando un termine particolare. In questo modo potrai fornirgli esattamente quello che sta cercando.

Questa SERP per SEA mostra l'importanza di verificare sempre le parole chiave e quale concorrenza andremo ad incontrare.

Fai SEO con rankingCoach di IONOS!

Migliora il tuo ranking su Google ottimizzando il tuo sito web senza conoscenze tecniche!

Facile
Ideato per te
Supporto 24/7

Come proteggere i posizionamenti e il valore delle pubblicità su Google

Il monitoraggio della concorrenza è anche un modo per proteggere il posizionamento delle tue parole chiave SEO. Monitorando i competitor che puntano alle tue parole chiave ti aiuterà a trovare quei siti che potrebbero minacciare le tue prime posizioni. Quando vediamo una pagina scalare le classifiche, possiamo controllare il suo contenuto e capire se include qualche tema aggiuntivo o se contiene media più coinvolgenti, come immagini e video, che potremmo aggiungere al nostro contenuto in modo da mantenere o addirittura migliorare la posizione in classifica.

Possiamo anche usare questo approccio per proteggere un vantaggio ottenuto con Google Ads. Per esempio, monitorare le tue pubblicità su Google Ads e quelle dei tuoi concorrenti ti aiuterà a notare rapidamente i cambiamenti chiave nelle loro strategie. Per esempio, quando i competitor iniziano a superare le tue offerte e ti spingono fuori dalle prime posizioni per i termini che stai puntando,  potresti decidere di aumentare il bid per gli ads, in modo da assicurarti che il tuo sito ottenga ancora la prima posizione. Oppure potresti voler regolare le impostazioni delle tue pubblicità, in modo che vengano lanciate nel momento della giornata in cui ottieni il miglior valore, o quando è probabile che il tuo competitor abbia già esaurito il suo budget pubblicitario.

Analisi dei social media per SEO e SEM

Il link building è una parte importante della SEO e uno dei modi migliori per ottenere link al tuo sito web è attraverso la collaborazione nella creazione di contenuti. Questo è il motivo per cui monitorare la presenza sui social media dei tuoi concorrenti può aiutare la tua SEO. Se un altro sito web è disposto a effettuare uno scambio con un competitor del tuo settore, allora è probabile che saranno interessati a farne uno anche con te. Per questa ragione dovresti usare degli strumenti di monitoraggio dei social media per controllare le ultime collaborazioni dei tuoi concorrenti.

L'analisi dei social media (Social Media Listening) può aiutare anche la SEM, dato che molte piattaforme di social media permettono di mostrare delle pubblicità. Seguire le attività dei tuoi concorrenti sui social media ti aiuterà a scoprire altri canali su cui dovresti pubblicare delle pubblicità. Attirerà anche la tua attenzione sugli ultimi eventi e offerte nel tuo settore per i quali potresti voler pubblicare delle pubblicità.

Conclusioni sul monitoraggio della concorrenza

In conclusione, il monitoraggio dei competitor è una fonte vitale di informazioni per le imprese di tutte le dimensioni. Può aiutare ad indirizzare nella giusta direzione chi sta imparando la SEO e la SEM grazie ad esempi pratici efficaci; inoltre aiuta i marketer a identificare le parole chiave di maggior valore e a indirizzare le loro attività di marketing nel modo più efficace possibile.

Il monitoraggio della concorrenza su altri canali di marketing come i social media può anche essere un ottimo modo per identificare i potenziali provider di backlink e dare ispirazione per la propria SEM, soprattutto quando questo monitoraggio viene condotto regolarmente con l'aiuto di strumenti e software di marketing digitale.

Il website builder di IONOS

MyWebsite è la soluzione perfetta per la tua presenza online professionale e include un consulente personale! 

Certificato SSL
Dominio gratis
Supporto 24/7

Abbiamo una proposta per te:
Web hosting a partire da 1 €/mese!

Dominio gratis
Certificato SSL Wildcard incluso
Assistenza clienti 24/7
A partire da 1 €/mese IVA escl. per un anno,
poi 8 €/ mese IVA escl.